La storia

La Provincia di Frosinone nacque dall'unione di due territori: la Ciociaria, appartenuta per secoli allo Stato della Chiesa, e la Provincia di Terra di Lavoro che, prima dell'Unità d'Italia, apparteneva al Regno delle Due Sicilie.

Data:
13 Settembre 2020
Immagine non trovata

La Provincia di Frosinone è stata istituita  formalmente con il RDL n. 1 del 2 gennaio 1927 anche se, comunemente, si fa riferimento alla data del 6 dicembre 1926, giorno in cui il Consiglio dei Ministri deliberò l'istituzione di 17 nuove Province e si parlò per la prima volta della Provincia di Frosinone. 

Gli uffici della Provincia, in un primo momento, furono ospitati nel Palazzo della Prefettura e, successivamente, a partire dal febbraio del 1928, nel Palazzo Molella (lungo corso della Repubblica), edificio distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

La scelta di dare alla Provincia una sede propria e, soprattutto, più spaziosa, portò alla costruzione dell'attuale Palazzo provinciale.

L'area individuata per la sede dell'Ente fu quella della allora stazione delle ferrovie elettriche Frosinone - Fiuggi - Roma, oggi denominata Piazza Gramsci.

L'incarico per la progettazione del Palazzo fu affidato all'architetto Giovanni Jacobucci. La posa della prima pietra avvenne il 28 ottobre 1930 e i lavori proseguirono per circa tre anni.

Ultimo aggiornamento

Domenica 13 Settembre 2020