Veroli e la Scala Santa

Veroli fu fondata nel primo millennio a.C. dagli Ernici, ramo del numeroso popolo sabino. La città, secondo la tradizione, fu cristianizzata da Santa Salome, una delle pie donne del Vangelo, madre degli apostoli Giacomo il Maggiore e Giovanni l’Evangelista. La chiesa a lei dedicata ne conservale la sacre reliquie

Data:
23 Settembre 2020
Immagine non trovata

Veroli sorge su un rilievo dei Monti Ernici, a 594 m. s.l.m e domina l’area interna che collega le valli del Sacco e del Cosa con la conca sorana.  In alto sorge l’acropoli, di antichissima origine, sul colle più basso la città vera e propria. La città è il comune più esteso della provincia di Frosinone.  Il punto più alto è la Rocca di San Leucio, a 672 m s.l.m. .

*Il Borgo di San Leucio è situato nella parte settentrionale dell’abitato di Veroli. Fin dall’epoca della fondazione della città la zona di S. Leucio è stata il perno del sistema di difesa poichè dall’alto dei suoi 672 m s.l.m. dominava tutto l’abitato antico.

Gli   Ernici  eressero delle imponenti mura megalitiche il cui percorso si snodava, sul lato orientale dell’insediamento, da nord a sud; esse culminavano sulla vetta di S. Leucio nei pressi della quale era la omonima Porta di ingresso da nord ovest...

Per continuare a leggere cliccare  Q U I

Le foto pubblicate sono di Rocco Maltesi, Enzo Sorci, Gerardo Forti, Antonio Grella, Augusto Cestra Photo, Emilia Trovini, Alberto Bevere, Tonino Bernardelli, Fabrizio Monti, Pietro Scerrato, Maurizio Ciliegi, Ferdinando Potenti, Giacomo Salomone, Milena Rignanesi, che si ringraziano per averle concesse in uso alla Provincia di Frosinone.  

La Provincia non detiene i diritti d'autore delle foto pubblicate. Esse sono e restano di esclusiva proprietà dell'autore.

Allegati

VEROLI.pdf
(92.88 KB)

Ultimo aggiornamento

Martedi 29 Giugno 2021