DL Agosto. Ripartiti in Stato città FONDI di EMERGENZA COVID per Province, Comuni e città metropolitane

Il presidente di Upi Lazio Pompeo: "Risorse importanti che riconoscono il RUOLO CENTRALE delle Province nella gestione dell'emergenza"

Data:
01 Dicembre 2020
Immagine non trovata

"Con gli ulteriori 350 milioni di euro stanziati per le Province e le Città metropolitane dal Ministero dell'Interno e dell'Economia nell'ambito dei fondi per l'emergenza Covid, si riconosce il ruolo centrale svolto dagli Enti locali nella difficile fase legata alla diffusione del virus. Si tratta di una cifra importante, che va ad aggiungersi ai 100 milioni di euro ripartiti ad ottobre e ai precedenti 500 milioni di luglio, per compensare i cali di gettito e sostenere le spese affrontate nella gestione della fase emergenziale, a testimonianza del grande lavoro svolto in questi mesi, anche e soprattutto in risposta alle necessità delle Amministrazioni locali che nelle Province trovano il punto di riferimento diretto".

Lo dichiara Antonio Pompeo, presidente della Provincia di Frosinone e rappresentanza dell’UPI in Conferenza Stato Città in merito all'intesa raggiunta oggi per la ripartizione della seconda rata dei fondi del Dl Agosto destinata a Province, Comuni e Città metropolitane.

 

"Sono risorse essenziali – ha sottolineato Pompeo, che in qualità di presidente di Upi Lazio ha partecipato a diverse cabine di regia e numerosi tavoli tecnici dei mesi scorsi – per gli amministratori locali che devono programmare la gestione dell'ultimo mese di un esercizio finanziario complicato. Come UPI insieme ad ANCI abbiamo inoltre proposto di conservare almeno una parte dei fondi per il 2021, anno che si preannuncia forse più complicato di quello in corso".
 

Frosinone, 1 dicembre 2020

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 14 Gennaio 2021