EFFICIENTAMENTO ENERGETICO per contrastare l’INQUINAMENTO

PROVINCIA e APEF presentano il BANDO per i contributi ai COMUNI. Mezzo milione di euro a disposizione delle Amministrazioni locali della provincia di Frosinone per sostituire i vecchi impianti di climatizzazione con quelli di ultima generazione

Data:
01 Dicembre 2020
Immagine non trovata

Il presidente Pompeo: importante misura messa in campo dall'Ente per sostenere i Comuni nell'azione di sensibilizzazione al rispetto dell'ambiente

Il gm di Apef De Angelis: l'Agenzia a disposizione dei sindaci per le pratiche di ottenimento delle risorse. E a breve sarà attivo anche lo Sportello Ambiente

Mezzo milione di euro a disposizione dei Comuni che ne faranno richiesta per sostituire i vecchi  impianti di climatizzazione con apparecchiature che utilizzano generatori di calore a condensazione e a minore impatto ambientale.

È questo l'oggetto del bando pubblico, illustrato oggi nel corso di una videoconferenza a palazzo Jacobucci, dal presidente della Provincia, Antonio Pompeo; dal general manager di Apef, Fabio De Angelis e dal consigliere provinciale delegato all'Ambiente, Vincenzo Savo.

In particolare, si tratta di uno strumento innovativo e sperimentale, attuato dall'Amministrazione provinciale di Frosinone attraverso l'Agenzia Provinciale per l'Energia Frosinone, rivolto ai Comuni del territorio che abbiano una popolazione pari o inferiore ai diecimila abitanti, che hanno aderito – o abbiano intenzione di aderire – agli incentivi del Conto Termico 2.0 per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con quelli che utilizzano generatori di calore a condensazione.
 

REQUISITI, CRITERI ED EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

Due i principali requisiti di ammissibilità al bando, che ha durata di un anno: gli interventi di efficientamento energetico dovranno essere realizzati su edifici o strutture di proprietà pubblica, adibiti ad uso pubblico ed effettivamente utilizzati almeno dal 29.02.2016 o realizzati su edifici di cui al punto a) serviti da impianti con potenza termica nominale al focolare inferiore o uguale a 130 kWt.

I criteri preferenziali di partecipazione, invece, sono la classe di appartenenza del Comune, secondo la classificazione stabilita dalla D.G.R. Lazio 536/2016 e contenuta nel Piano di Risanamento della Qualità dell'Aria del 4 agosto 2020; il numero di abitanti alla data del 31 dicembre 2019 (a parità di data di presentazione saranno preferiti i Comuni con il minor numero di abitanti).

Le domande di ammissione al contributo, il cui modello è scaricabile dal sito istituzionale dell'Apef (www.apef-fr.it),  devono essere inoltrate entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando. Può essere concesso un contributo massimo pari al 60% delle spese ammissibili al finanziamento e in ogni caso l'importo non potrà essere superiore ai 10.000 euro.


LE DICHIARAZIONI

"Attraverso il bando pubblico realizzato da Apef per i comuni del territorio – commenta il presidente della Provincia, Antonio Pompeo - la Provincia di Frosinone persegue una duplice finalità: da un lato consentire agli enti locali l’ammodernamento delle caldaie e di impianti di riscaldamento preesistenti, spesso vetusti e inquinanti, sostituibili con sistemi di nuova generazione a basso impatto ambientale. Operazione che comporta una sensibile riduzione delle emissioni atmosferiche inquinanti, principali responsabili della qualità dell’aria. Dall’altro questa misura consente evidenti benefici in termini economici e di risparmio energetico, con impatto positivo sui bilanci deboli dei Comuni, in special modo di quelli più piccoli, in cui le strutture sono spesso carenti di professionalità esperte del settore. L'Ente che mi onoro di presiedere – ha concluso Pompeo – è da sempre impegnato e attento all'aspetto ambientale e con questo strumento possiamo incidere in maniera determinante e concreta nell'azione di risanamento della qualità dell'aria del nostro territorio. Anche per il 2021 metteremo a disposizione ulteriori risorse in materia".

"L’aspetto innovativo del bando – ha sottolineato poi il gm di Apef, Fabio De Angelis - concerne la possibilità offerta da questo strumento di sfruttare le risorse provinciali e poter accedere al Conto Termico 2.0 del GSE, il Gestore dei servizi energetici, una misura che spesso rimane inutilizzata nonostante sia, invece, un’occasione preziosa nel settore dell’efficientamento energetico e dell’ammodernamento degli impianti esistenti negli edifici pubblici, in molti casi obsoleti ed altamente inquinanti. L'Apef – ha concluso De Angelis – è a disposizione dei Comuni per tutte le procedure e l'assistenza necessaria nella fase di partecipazione al bando".

Della continua attività nel settore ambiente, portata avanti dall'Amministrazione provinciale in carica, ha parlato invece il consigliere delegato Vincenzo Savo, evidenziando "il grande e continuo lavoro messo in campo dalla Provincia nell'azione di contrasto all'inquinamento attraverso vari step e diverse misure, non ultima la prima edizione della 'Domenica ecologica provinciale' che ha coinvolto i centri più grandi del territorio. Rispettare l'ambiente e difenderlo dall'inquinamento – ha concluso Savo – significa garantire un mondo più vivibile e pulito ai nostri figli".  

SLIDE del BANDO
 

 

Frosinone, 1 dicembre 2020

Allegati

Ultimo aggiornamento

Giovedi 07 Gennaio 2021